Educare un Cane a portare il Guinzaglio

cane al guinzaglio

Ci sono cani che detestano il guinzaglio e il nostro sito non porta assolutamente a caso il titolo inerente: alguinzaglio ricorda a tutti quanti che il cagnolone che amate tanto non deve averla vinta! Mai.

Il padrone di un cane che abbia superato l’anno di vita senza mai aver accettato il guinzaglio tende spesso a rassegnarsi, a deporre le armi e ad accondiscendere al suo desiderio. È bene precisare però che il vostro amico a quattro zampe, giocherellone e cresciuto, non può uscire ed essere portato a passeggio senza tale accessorio.

Non è possibile pensare di portare a spasso un cane di piccola (o altra) taglia senza guinzaglio: potrebbe trasformarsi in un pericolo per se stesso e per le altre persone (per non parlare di altri cani!).

QUANDO IL CANE TIRA AL GUINZAGLIO

cane-che-tira-alguinzaglioÈ bene spiegare il motivo per cui il cane tiri al guinzaglio: vuole una camminata più spedita da parte del padrone! Si tratta di un atteggiamento molto comune per un cane adulto che non si sia mai abituato al guinzaglio, poiché nessuno gli ha mai imposto il proprio ritmo e per lui è naturale tirare non appena gli sia allacciato (a patto che riusciate a metterglielo!).

Chiarito questo concetto, si possono descrivere gli accorgimenti da mettere in pratica durante un’uscita. La soluzione non è certo quella di camminare più velocemente del cane, né di corrergli appresso (per lui è come invogliarlo a farlo ancora!); piuttosto, occorre camminare piano. È possibile che il cane tiri già subito dopo qualche passo ma, a quel punto, non bisogna sgridarlo o strattonarlo, bisogna fermarsi tenendo stretto il guinzaglio. Il cane si volterà a guardare il padrone e a tale comportamento dovrà seguire un elogio: l’intramontabile “Bravo bello, bravo” può bastare. Ogni 3-4 elogi lo si può premiare con un bocconcino.

Le sessioni di addestramento devono essere brevi, altrimenti il rischio in cui si incorre è di stancare il cane e vanificare tutto. Come per ogni cosa ben fatta, ci vuole pazienza e dedizione per ottenere il risultato migliore.

SE IL CANE AL GUINZAGLIO NON VUOLE CAMMINARE

Capita non di rado che un cane adulto, il quale ha sempre indossato di malavoglia il guinzaglio, scelga di non camminare affatto quando abbia al collo quell’aggeggio che lo trattiene. Nei suoi panni, potrebbe essere più che ovvio non sopportare di essere tenuti per il collo. Bisogna abituarlo lentamente al guinzaglio e al collare, lasciandoglielo lento ma indossato in qualsiasi occasione, perciò anche in casa. Il cane deve socializzare con questo nuovo strumento, associandolo a qualcosa di positivo: cosa c’è di meglio, per esempio, di una bella passeggiata in compagnia del proprio padrone? Per far questo metti il guinzaglio al cane prima di aprire la porta, l’associazione fra guinzaglio e passeggiata per il cane sarà immediata.

Se il vostro cane si pianta a terra durante la passeggiata, è meglio ignorarlo e non tirarlo a strattoni o rimproverarlo. Appena riprende a camminare, dategli un bel premio: sarà così invogliato all’obbedienza e alla vostra collaborazione.

SE IL CANE HA PAURA DEL GUINZAGLIO

cane-al-guinzaglioCi sono cani che temono il guinzaglio. Ancora una volta, è bene domandarsi perché questo accada. Probabilmente, la risposta risiede nella mente del cane: se è adulto, vaccinato e non si fa spaventare nemmeno da un elefante, allora associa il guinzaglio a qualche brutta esperienza del passato. L’ideale sarebbe dunque cancellare l’episodio negativo dai suoi ricordi per fare in modo che metta a fuoco il guinzaglio e lo associ a qualcosa di estremamente piacevole.

Tre cose amano più di tutto i cani: il cibo buono, le coccole e le passeggiate. Un’ottima tecnica per far socializzare fido con il guinzaglio è quella di legarlo al collare mentre sta mangiando o si appresta a farlo. Anche se agli esordi potrebbe mostrare resistenza, in pochi secondi e in altrettanti giorni assocerà il guinzaglio al mangiare e capirà che c’è davvero poco da temere. In questa fase, almeno all’inizio, è bene restare accanto al cane se indossa il guinzaglio, facendolo inizialmente accucciare e, dopo qualche giorno, affiancandolo mentre resta in posizione eretta.

Conducete le prime passeggiate con il vostro cane al guinzaglio restando dentro casa: quando il vostro amico a quattro zampe vi sembrerà a proprio agio, allora potrete portarlo fuori. La scelta di un guinzaglio leggero ed estensibile risulterà ottima nella maggior parte dei casi, in quanto spesso non si accorgerà nemmeno di indossarlo.

La pillola di saggezza finale che vi segnalo e vi invito a non dimenticare mai è questa: la pazienza e l’amore nei confronti del vostro cucciolo premierà lui e poi voi. Tirare, strattonare, gridare contro il vostro cane risulterà sempre inutile e controproducente.


Se l’idea di vedervi nei panni di addestratore vi stuzzica, potete dare un’occhiata a questo link ridondante all’interno del sito: come cioè addestrare un cane adulto al guinzaglio, vedrete che in breve tempo raggiungerete davvero ottimi risultati.

One Comment:

  1. Ciao, so che l’articolo non è molto recente ma spero tu lo possa tenere sempre d’occhio: in questi giorni sto adottando un cane adulto dal canile ma ha problemi con la passeggiata: è rimasto per molto tempo in compagnia della sorella e ora ha difficoltà a uscire da solo. È il cane alfa del suo piccolo branco e senza di lei si ritrova spaesato. La sorella è ancora in canile, senza di lei non vuol saperne di uscire. Poiché non posso permettermi di adottare entrambi, che cosa mi consiglieresti di fare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *