Dieta BARF: di cosa si tratta?

cosa-consiste-dieta-barf
La Dieta B.A.R.F. per Cani è un’alimentazione basata esclusivamente sul consumo di alimenti prestabiliti.

L’acronimo B.A.R.F. significa Bones And Raw Foods, vale a dire in italiano “Ossa e Cibi Crudi”. La filosofia di questa dieta è di riportare l’alimentazione del cane alle sue origini (l’antenato del cane è il lupo). Negli anni, soprattutto a partire dall’evoluzione delle specie, sono molto cambiate le abitudini alimentari dei nostri amici a quattro zampe. Il cane è diventato sempre più parte delle nostre vite, la maggioranza delle famiglie possiede un cane e ciò lo ha allontanato dal suo stato selvaggio (quale è ancora il lupo) e lo sta portando a una sorta di umanizzazione, soprattutto nelle abitudini quotidiane.

Poiché è considerato parte integrante della famiglia, il cambiamento di status nel cane ha portato anche alla modifica della sua alimentazione che, da carnivora, è sempre più passata a onnivora (proprio come quella dell’uomo). A dispetto di ciò, invece, l’anatomia del cane (come lo era quella dei suoi antenati) è rimasta pressoché invariata: il tratto intestinale è breve, tipico degli animali carnivori; la dentatura è forte e la presenza dei canini e dell’olfatto sviluppato sono tipicamente marcate nei predatori.

Secondo la dieta BARF, l’attuale stile di vita alimentare del cane (basato sulla somministrazione di mangimi commerciali, per es. crocchette) non è adatto, né tanto meno salutare. La maggior parte delle crocchette contiene alte percentuali di mais e farine di cereali, che i nostri cani non sono in grado di digerire nel migliore dei modi e che sono causa di intolleranze e di problemi cutanei.

dieta-cane-eta-corretta

La Dieta BARF è contraria a ogni tipo di alimentazione commerciale ed è esclusivamente basata su alimenti di origine animale:

  1. carne cruda;
  2. ossa;
  3. interiora e frattaglie di origine animale;
  4. pesce;
  5. uova;
  6. frutta e verdura crude.

Non comprende conservanti, aromatizzanti o additivi. Secondo questa dieta, è previsto anche un giorno della settimana in cui il cane dev’essere sottoposto a digiuno, perciò senza mangiare nulla. Un altro giorno su sette, invece, la dieta dev’essere priva di carne.

Pertanto, riassumendo, in una settimana ci sono 5 giorni di carne cruda, che può essere integrata ad altri ingredienti previsti nella lista, un sesto giorno in cui non deve esserci la carne (si possono usare in alternativa le uova) e un settimo giorno di digiuno, per far riposare gli organi dell’apparato digerente del vostro cucciolone.

È importante ricordare che, per ogni tipo di cane, stile di vita, taglia ed età sono indispensabili a valutare il tipo di alimentazione e proporzione tra i vari nutrienti. Se decidete di intraprendere questo tipo di dieta, consultatevi con veterinari specializzati nel settore e che conoscono bene la Dieta BARF: sarà una figura competente a fornirvi le dose esatte di ogni alimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *